La formazione professionale in Sicilia, Palazzo d’Orleans e Via De Gasperi a Palermo

European Parliament

Image by gwenflickr via Flickr

calogeromira.wordpress.com

Ma che risultati hanno ottenuto le proteste dei lavoratori della formazione professionale sotto Palazzo d’Orleans e con blocchi del traffico in via De Gasperi, a Palermo? Più sotto – in fondo – altro su questo settore e qui un altro mio testo sulla formazione ed un secondo e miei album video sulla Sicilia, le province di Palermo, Agrigento e Messina oltre che su Sciacca e Raffadali, in provincia di Agrigento. Oppure, aggiungo, un album sui sindacati. Infine, questo stesso testo in un mio altro blog.

Parruchieri ed estetiste siciliani. Il segretario regionale di una confederazione: «basta con i parrucchieri e le estetiste, quando le imprese non riescono a trovare un saldatore!». Ma perché i corsi per parrucchiere ed estetiste (mio album video) non diventano “privati”, invece che assistere alla sospensione di questi corsi e la presenza nelle città siciliane di pubblicità di corsi privati a distanza?

19.10.09 – Agrigento in pensione con un sindacato. Beh, ritengo sia stata piuttosto importante la presenza del segretario nazionale della Uil pensionati, Agostino Siciliano, al congresso provinciale della categoria sindacale agrigentina. Piuttosto importante anche la presenza del segretario generale della Uil siciliana, Claudio Barone, e del segretario regionale dei pensionati Uil, Domenico D’Angelo. Saranno sicuramente soddisfatti il segretario provinciale della Uil pensionati di Agrigento, Giovanni Miceli, ed il segretario provinciale Uil, Aldo Broccio. Chissà come saranno andati i lavori al Grand Hotel dei Templi del Villaggio Mosè.

Un browser europeoOpera – e Mozilla o il sistema operativo di Apple

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

Formazione professionale. Una pagina. Un corso di fotografia di un centro di formazione.

19 ottobre ‘09 – martedì cinque aprile ’11

Risparmio energetico (forse)?

Annunci

La formazione professionale siciliana

calogeromira.wordpress.com

Chiederei all’assessore regionale Mario Centorrino ed alla dirigente regionale del dipartimento Formazione, Patrizia Monterosso (coloro che si occupano del settore dei corsi professionali), se ci saranno tagli che coinvolgeranno gli insegnanti di questi corsi.

Forse sarebbe auspicabile che eventuali tagli non colpiscano i docenti. O no, cari lettori?

25.06.10 – Sicilia. Risultati dalla protesta dei sindacati di giovedì diciassette giugno? In quel caso i lavoratori avevano sfilato da piazza Marina all’Ars, il Parlamento regionale siciliano. E com’era andato l’incontro con due enti di formazione? All’incontro di Palazzo d’Orleans dovrebbero avere partecipato il capo di gabinetto dell’assessorato regionale alla Formazione professionale, Nino Emanuele, ed il capo di gabinetto del presidente della Regione, Gianluca Galati.

Chi lavora nel settore della formazione professionale ha, peraltro, vissuto lo sciopero di Flc Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Snals Confsal ed Ugl.

17 febbraio ‘10 – aggiornato 25 giugno ‘10

Published in: on gennaio 10, 2011 at 11:35 am  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mirafiori, Pomigliano, la Cisl, i sindacati e la politica

calogeromira.wordpress.come-mail

Il Piemonte e la provincia di Torino

La Campania, la provincia di Napoli e Pomigliano d’Arco

Pagina sull’Italia

su un mio profilo

Il governatore della Puglia ed uno dei principali esponenti politici del centrosinistra ha definito giorni fa l’accordo della casa automobilistica «un atto di arroganza padronale».

25.12.10 – Torino. Prendo atto che la notissima casa di produzione auto itaiana ha raggiunto un accordo su Mirafiori senza la firma della nota categoria sindacale.

25.12.10 Aggiunte: a Mirafiori sono prodotte alcune auto, mentre la società produttrice cerca il rilancio di un’auto nel mondo. E l’accordo è stato firmato dalla Cisl e da tre altre sigle sindacali. Infine mi chiedo: perché questa società non deve fare vedere le partite al Mondiale della Nazionale quando i lavoratori lo desiderano (e solo a quelli che vogliono vedere queste gare)?

Giovedì 23 dicembre ’10 – aggiornato 30 dicembre ’10






%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: