Piana, la farinata, Valerio Scanu e…

calogeromira.wordpress.com

Valerio Scanu, la musica ed il pop

Cefalù, la provincia di Palermo e la Sicilia

Il turismo e la cucina

Il mio profilo su un sito “di immagini”

Farinata – vedere anche sotto – con carciofi e bottarga, salsa di mandorle e bhaji (frittelle) di cipolle. Farinata di cavolo nero nel sito turistico della Regione Toscana. Inutile ricordarvi i tag, le categorie e i voti di questo articolo, vero?

Sanremo. Una votazione sul vincitore del festival di Sanremo, Valerio Scanu.

13.12.09 – Scanu. L’isola della Maddalena e Valerio Scanu. Un suo concerto lì. Per non votarlo, non cliccare piu giù (sto scherzando ovviamente!).

Sappiate anche che l’isola della Maddalena sarà una delle protagoniste di Alle falde del Kilimangiaro di Raitre oggi pomeriggio, domenica tredici dicembre, dopo le tre del pomeriggio, insieme all’isola di Kiwaju, che dovrebbe essere in Kenya, dove si dovrebbero fare le immersioni e praticare lo snorkeling; ed, infine, l’isola di Elba oltra a molte altre destinazioni turistiche. Un’idea: perché non votate queste località – se vi piacciono – più giù?

17.11.09 Raimondo Buccher e Goolliver. Per un voto alla Sardegna turistica, vedere sotto, magari aggiungendo qualche località turistica di quest’isola.

– Cari “zitelli”, Goolliver e le crociere per single.

Filetto di maiale al tartufo e verza o vitello con polenta e gorgonzola. Costoline di maiale con cavolo e verza

09.11.09 – I nuraghi sardi. Vi piace il nuraghe di Barumini ed, in generale, vi piacciono i nuraghi sardi? E siete interessati ai vichinghi o all’America? Sembrano due temi  molto “turistici” di Voyager, in onda  oggi, lunedì nove novembre su Raidue. Dalle nove  e cinque di sera si parla anche di una distruzione in una certa Tungunska (Siberia?). Quanto ai voti per questo blog, vedere sotto…

24.10.09 La «Spiaggia rosa». Linea blu di Raiuno all’arcipelago della Maddalena, in Sardegna. Dalle due e mezza del pomeriggio di sabato ventiquattro ottobre anche Budelli e la Spiaggia rosa con l’architetto Stefano Boeri, una regata di cosiddette Vele latine, il parco (vedere anche sotto) e le Bocche di Bonifacio.

Forse voi avrete, inoltre, sentito parlare di un certo Raimondo Bucher, il “nonnino” – sembra – di tutti i subacquei, e quasi sicuramente della Costa Smeralda. Mi sono, tuttavia, abbastanza sconosciute la spiaggia di Capriccioli o gli stazzi del litorale di Palau.

Ma prima qualche domanda: cosa sono gli stazzi?! Esperienze turistiche in queste zone della Sardegna? Oppure all’isola di Lavezzi in Corsica? Ed avete mai sentito del naufragio della Semillante, forse nel 1855?

Altri luoghi visitati dalla trasmissione sono Brindisi con il tiro alla fune in mare dei pescatori e la Riviera ligure con la sua cucina. Infine, se non abitate in tutte queste zone, una domanda per voi: come le conoscete? Compagni di università di lì, esperienze di lavoro, fidanzati locali o…?

Numerosissimi. I soci del Cai di Cefalù sono stati a Piana degli Albanesi, città entrambe in provincia di Palermo. Ecco le foto del convivio del Club alpino italiano.

i-soci-del-cai-di-cefalu-a-piana-degli-albanesi-per-il-convivio-2008

convivio-2008-cai-cefalu

Il Cai di Cefalù. Ma in questa foto è ripreso il socio del Club alpino Giovanni Cirincione festeggiato durante il convivio per i 25 anni di iscrizione al Cai (secondo il linguaggio del club sarebbe, quindi, forse, un’aquila d’oro?). Eccovi un’altra foto.

Concetta Pirrone e… Assenti, invece, così come reso noto dal Cai gli altri due soci aquile d’oro Concetta Pirrone e Marino Stefano per motivi di lavoro.

Focacce e farinata in Liguria. Escursione sabato 11 luglio alle cosiddette rocche della Valle Scrivia, in provincia di Genova. La partenza avrà luogo alle 16.30 dalla chiesa di Crocefieschi e poi si passerà da Monte Castello e dalle guglie del Reopasso e del Castello della pietra di Vobbia. Cena, inoltre, con focacce, la cosiddetta farinata e pizza.

… Ed eccovi un blog che parla di farinata e della ricetta per prepararla,  un altro con un po’ di storia di questa (sarà tutto vero?) ed un’altra ricetta. E poi la cosiddetta farinata con le leghe (ma cosa saranno queste benedette leghe?). A quanto pare, questa farinata con le leghe sarebbe una specialità di Pistoia.

17.07.09 – Due parchi in Umbria e Liguria. Dev’essere davvero qualcosa di carino e, se fossi in voi, forse parteciperei… Fino a venerdì sette agosto al parco Monte Cucco, in Umbria, gare di deltaplano del trofeo Monte Cucco.

17.07.09 – Speleologia in Umbria. Mi raccomando, non ritardate… Dovete prenotare entro venerdì 17 luglio la partecipazione prevista per domenica 19 alla giornata di speleologia al parco del Monte Cucco, in Umbria. Ovviamente consigliati vestiti adatti e sappiate che l’escursione avverrà in un luogo caratterizzato da umidità. Se andrete, l’appuntamento è fissato per le 9 al cosiddetto «Pian di Monte» nella cosiddetta «area decollo sud deltaplani», a Sigillo, in provincia di Perugia.

Prenotazione entro venerdì 17 luglio anche per una gita alla ricerca di lupi al parco dell’Aveto, in Liguria, prevista per domenica 19 dalle 10 a Santo Stefano d’Aveto – provincia di Genova – sulla piazza del Castello. Si finirà, quindi, più o meno alle 16 per una spesa di otto euro.

17.08.09 – La Maddalena. State partecipando lunedì diciassette agosto alla pulizia sulle spiagge di Punta Tegge, Bassa Trinita e Abbatoggia dalle 16? Le coordinate sono queste: con i posacenere da tasca, il Centro ricerche delfini di Caprera ed il museo geomineralogico. Ed anche, in aggiunta, il museo del mare e delle tradizioni marinaresche o l’isola di Caprera. In poche parole si tratta della cosiddetta operazione Talassa

– Quale di questi monumenti italiani vi piace di più? (Vota)

– Località turistiche straniere (Vota)

– La musica. Quale il vostro brano preferito? (Vota)

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple. Neomedia.it

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

– Goolliver e le minicrociere o il «Capodanno con delitto» alla Villa Cosmera e Palazzo Taffini di Savigliano (a quanto pare, in Piemonte), organizzato dalla In terre di. Ma c’è anche in Inghilterra l’Old Swan Hotel per la Clickandgo Travels. La Borsa mediterranea del turismo archeologico di Paestum (Campania) e le agenzie PaestumIn e Rallo.

– Il Sant’Agata Agriturismo di Piana degli Albanesi ed un utente di un sito.

21 dicembre ‘08 – aggiornato 27 settembre ‘10

Risparmio energetico (forse)?

Published in: on giugno 17, 2011 at 10:01 pm  Comments (1)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Maria Teresa Giarratano, la Valle dei templi di Agrigento e Naro. Jammozzi, tummaredda, sbarruniedda e masciddara

Fra gli attrezzi utilizzati, ho scoperto dal sito dedicato a Raffaele La Scala (vedere sotto) anche il trapano a mano o, in siciliano, trapanu. Video della puntata di Sereno variabile da Agrigento.

24.10.09 – «Sereno variabile». Se non sbaglio, anche qualche anno fa erano stati protagonisti di un programma televisivo nazionale. I carretti siciliani di Marcello La Scala saranno inquadrati dalle telecamere di Sereno variabile sabato ventiquattro ottobre alle cinque del pomeriggio su Raidue. So anche che spazio sarà dato alla Valle dei Templi ed al giardino della Kolymbetra e chissà se con i carretti.

Naro. Si vedranno anche Naro ed il «maccu narese» e so che ciò è un grande onore per i naresi, avendo percepito da qualcuno di loro l’attesa per la trasmissione. Maria Teresa Giarratano sarà, invece, in Abruzzo nella zona di Chieti e della Majella con la chiesa di Santa Maria maggiore, Monica Rubele a Mantova con una mostra su Nuvolari e ci saranno anche le ricette di Maria Elena Fabi e le notizie di Simona Giacomelli. Infine, vi ricordo che potete trovare tag e categorie sui conduttori e le conduttrici (come Maria Teresa Giarratano) o sui luoghi a fine testo. Votate, mi raccomando…

La caponata di carciofi di Cianciana

23.04.08 «Credo che Raffaele La Scala sia stato l’ultimo dei Mastri carrettieri, nonostante il futuro di quel veicolo fosse già segnato dalla storia, egli continuò, con passione, a divertirsi a intagliare jammuzzi, tummaredda, sbarruniedda, masciddara».

Un’occasione per parlare di artigianato siciliano. È questo il ricordo dell’attore Biagio Pelligra tributato all’artigiano agrigentino dei carretti, un ricordo che permette di riflettere su cosa siano gli jammuzzi, i tummaredda, gli sbarruniedda e i masciddara, parole forse ormai ignote a molti giovani che volgono le spalle ad una tecnica artigianale motivata anche da finalità pratiche e non solo artistiche (realizzare i carretti per il lavoro nei campi).

«‘I jammuzzi» o «‘O jammozzi». Cominciamo dai jammuzzi (o jammozzi in dialetto agrigentino) chiedendoci cosa siano. «Ogni ruota, tranne qualche rara eccezione, ha dodici raggi detti, ‘i jammuzzi» scriveva il 5 aprile del ’70 su «La nuova Gazzetta» un utente della rete, Mario Fontana, in quella che definisce una «chiacchierata».

Le «roti» (ruote in siciliano) «generalmente – ricorda una pagina di un altro utente, Tobia Rinaldo, – sono a dodici raggi “Jammuzzi” ed in legno di frassino. I raggi sono incastonati in sei curve di legno di noce. Le ruote sono intagliate e dipinte con fiori, figure umane o di animali, testine di angioletti, ecc. Le ruote sono dotate di cerchioni in ferro piatto che misurano generalmente cm 15 x mm 15».

‘I masciddara. Fra le altre parti del carretto siciliano – spiega Mario Fontana – vi sono “recinti” sui fianchi vicini alle ruote e all’asino o al cavallo. Sono le ancate, – scrive l’autore – «’i masciddara che recingono la cassa da tre lati corrispondenti alle due ruote e all’animale».

‘I masciddara sono definiti da Tobia Rinaldo «sponde del carretto» o «sponde laterali» che «sono realizzate preferibilmente con legno di noce nel Ragusano. Nelle stesse vengono generalmente rappresentate due scene inserite in una cornice a bassorilievo».

Inoltre, ‘i masciddara contengono anche alcuni fregi «quali ad esempio: soli, lune, stelle, angeli, santi, frutta, rosette o fiori vari, foglie, nodi, treccioli», mentre le istoriazioni degli scacchi «rappresentano generalmente la vita dei santi, tra i quali il tradizionale San Giorgio (patrono dei carrettieri), San Giuseppe e la Madonna con il Bambino, nonché personaggi dell’epopea garibaldina, del ciclo carolingio o normanno e delle opere liriche popolari, quali la cavalleria rusticana ed i Vespri Siciliani. Ogni scacco riporta il titolo della scena rappresentata». I «rabischi» (a cui abbiamo già accennato e di cui parleremo un’altra volta) vengono infine montati – dice Rinaldo – sui masciddara, sopra i quali vengono applicati i manufatti «artistici e preziosi» forgiati con il ferro.

www.raffaelelascala.it

www.raffaelelascala.net

– «’O jammozzo», nelle foto Raffaele La Scala (immagine a sinistra) e Marcello La Scala (entrambe le immagini) al lavoro.

Marcello La Scala impegnato nella preparazione del iammozzo

– «Barunedda», Raffaele  La Scala

– Quale di questi monumenti italiani vi piace di più? (Vota)

– La musica. Quale il vostro brano preferito? (Vota)

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple. Neomedia

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

22 aprile ‘08 aggiornato 25 dicembre ’09

calogeromira.wordpress.come-mail

Risparmio energetico (forse)?

Published in: on Mag 24, 2011 at 10:22 am  Comments (1)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Gli Stollen, il tacchino, la mousse e le crespelle

calogeromira.wordpress.come-mail

La cucina

Zuppa – vedere anche sotto – di fagioli, funghi e patate, passatelli senza glutine in brodo, grissini e biscotti al cioccolato.

Le torte. Salatini di pasta sfoglia e torta fredda al formaggio con marmellata di ciliege, di albumi, alle mandorle e pere o al cioccolato bianco e ciliege e al cioccolato. I canestrelli, come sono buoni…

Gli struffoli. Crema di patata dolce, lenticchie rosse e curry, girelle aromatiche alle zucchine e dip e pane integrale. Che buoni gli struffoli!

Crostate. E non parliamo della crostata all’arancia con cioccolatini, del tortino ai broccoli ed alle patate e della crostata alle mele o al cioccolato, mascarpone e mele!

Ancora dolci. Golose anche la torta allo jogurt e farina di riso, le noccioline all’amarena e granella di nocciole ed il sedano rapa – sedano cosa?! – impanato e fritto.

Zuppa, fagioli cannellini, turismo e Costiera… Zuppa imperiale ed il sito turistico della Regione Emilia Romagna. La Costiera amalfitana, Maiori e Minori. I fagioli all’uccelletto, Prato ed i viaggi.

Capodanno e Natale. Idee culinarie per il Capodanno ed il fine anno. Come va in cucina?

L’albero di Natale. Ma che bella casetta natalizia o che simpatico questo Babbo Natale. E questi dolcetti natalizi o le palle dell’albero di Natale… Quello che precede sarà quello vero, ma quello che segue è alle mele ed alle amarene.

Ma torniamo alla cucina con il cenone della Vigilia di Natale, il menu per questa festa o gli Stollen tedeschi e la torta di frutta natalizia.

Alcune ricette. Tacchino agli agrumi, insalate di frutta e carpaccio di salmone, girandole di tacchino e speck (non dimenticate i tag e le categorie di questo testo o di votare!) e Festa della mamma.  Ragù di carne ai funghi porcini e carciofi in prigione o lasagne.

Epifania e… Maccheroni dolci con cacao e miele, risotto campagnolo, la focaccia ai quattro formaggi e lardo ed il pollo alle erbe e limone.

Quanto ai dolci, la torta di mele con caramello, le praline al cacao per l’Epifania (a proposito, buona Befana) e la panna cotta e melograno…

Tacchino, speck e turismo. Tacchino con pancetta e purè di mele o il tacchino alla canzanese nel sito turistico della Provincia di Teramo. Il maso dello speck Daiano e la Val di Fiemme.

La pasta. Crespelle alle zucchine ed al salmone, timballo di crespelle e fusilli al sapore affumicato. Vi scrivo di turismo legato al salmone? E clicchereste sui tag o le categorie a destra e sotto? Non dimenticate, peraltro, di votare…

Crespelle e zucchine per i viaggiatori. Crespelle alla fiorentina e zucchine ripiene.

Primi ed un film. Riso rosso con cannellini e cavolfiore, risotto alla rucola e provolone, zuppa di lenticchie e pesce e zuppa di cipolle. Il film Soul Kitchen e… magari vi scrivo della sua colonna sonora.

Secondi. Il plumcake ai formaggi, polpette, zampone e lenticchie, uova al tegamino con cipolle all’aceto balsamico.

Agrumi e viaggi. Gli agrumi ed il turismo a Conca dei Marini, a quanto pare vicino ad Amalfi, in Campania.

Mousse, mele e… Mousse – vedere anche sotto – alla mela verde, al cioccolato bianco, di melanzane al basilico, al prosciutto ed, infine, polentina con mousse di tacchino e finocchio. Rotoli di Assisi e torta di mele o mirtilli. Torta di mele gratinata.

Mousse e turismo. La Svizzera, la mousse ed il turismo.

Biscotti e… Biscottini, biscotti di frolla, albicocche farcite e zabaione allo champagne. Mi raccomando, controllate le categorie ed i tag a fine articolo…. Non mancate di farlo…

… e turismo. I dolci, la Sardegna ed il turismo.

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple. Neomedia.it

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

22 dicembre ‘08 – aggiornato 18 gennaio ‘10

Risparmio energetico (forse)?

Published in: on dicembre 31, 2010 at 4:48 pm  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La «Melevisione» e la cucina

calogeromira.wordpress.come-mail

La cucina

La «Melevisione»

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere. Inoltre, miei album video sui primi, i secondi (anche di Giallo Zafferano), la cucina a base di pesce, i dolci, le granite, focaccia, pizza e pane e la cucina.

Le sarde a beccafico.

Carciofi. Una ricetta con i carciofi di Kisscuoce di Radio Kiss Kiss. La cucina è quella dell’hotel Exedra di Roma, il cuoco Max Mariola ed il programma Vieni avanti Kiss Kiss con Marco Baldini, Stefania, Lillo e Valerio.

Cucina e rete. Altre videoricette qui ed eccovi anche le mie pagine NetLog, Plurk, I Like e Bebo.

I carciofi ed i cavolfiori. Una puntata della Melevisione di Raitre sull’amore e la cucina (video). Carciofi e cavolfiori in questa puntata con un’orchessa che «ameggia», vuole il  «filanzato» e non essere «sogliola».

04.04.10 – Susanna Badii ed i carciofi. Susanna Badii a «La prova del cuoco» del ventinove marzo con i carciofi soufflé in brioche di patate (video). Inoltre, il sito dell’Ispettore Coliandro di Raidue e video sull’arte della cucina. Sappiate anche che ci sono categorie sulla televisione o altro a destra e, magari, potreste trovare qualche novità sulla Badii o sul vostro programma preferito.

Livorno. Vi ricordo, peraltro, le categorie a destra sulla televisione o su questo programma ed anche che la Melevisione sarà in tour al Teatro Goldoni di Livorno domenica quattordici marzo alle quattro del pomeriggio.

Cucina. Tortino alle verdure e plumcake per chi soffre di celiachia e di intolleranza al latte. Tortino ai carciofi e turismo toscano.

31.01.09 – Un regolamento europeo ed i celiaci. Riguarda i celiaci e le aziende dell’agro-alimentare il nuovo regolamento della Commissione europea sulla composizione e l’etichettatura dei prodotti alimentari adatti alle persone intolleranti al glutine. Il regolamento non vale per gli alimenti per lattanti ed i cosiddetti alimenti di proseguimento (dovrebbero essere alimenti destinati ai bambini) di cui si occupa un altro documento Ue, una direttiva europea.

Secondo questo regolamento della Commissione, che si applicherà dal primo gennaio 2012, il contenuto di glutine in questi prodotti alimentari destinati al mercato non deve superare i cento milligrammi per chilo. L’etichetta, la pubblicità e la presentazione devono riportare in questo caso la scritta «con contenuto di glutine molto basso» o, se il contenuto è pari o minore a venti milligrammi per chilo, «senza glutine».

Questa quantità – 20 mg/kg – è, inoltre, obbligatoria per l’avena che non deve essere contaminata con frumento, segale, orzo o loro varietà miste ed i prodotti destinati a persone intolleranti al glutine devono presentare la scritta «senza glutine» nelle etichette, pubblicità e presentazioni. In questo caso il glutine non deve superare la quantità di venti milligrammi a chilo ed il prodotto può essere realizzato sia con ingredienti sostitutivi di frumento, segale, orzo, avena e varietà miste o anche con una o più varietà di questi ingredienti. Quanto alla scritta «senza glutine» o «con contenuto di glutine molto basso», questa deve essere visibile accanto alla denominazione di vendita del bene alimentare.

– La musica. Quale il vostro brano preferito? (Vota)

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple. Neomedia.it

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

31 gennaio 2009 – aggiornato 30 aprile ‘10

Risparmio energetico (forse)?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: