Il lavoro per i dipendenti pubblici e l’Europa

Una mia prima sequenza con «Russian Roulette» di Rihanna e «Your Love Is King» di Sade ed una seconda “esotica”.

Un’altra “italica”.

Potete richiedere una canzone alle e-mail presenti in questa pagina.

Bruxelles, il turismo e le visite guidate.

03.03.10 – Europa. Scadenza oggi per alcune domande per posti end (esperto nazionale distaccato) a Bruxelles alla Commissione europea. Si tratta di offerte di lavoro esclusivamente per dipendenti pubblici.

Riguardano l’Ufficio europeo di selezione del personale (requisiti), le dg Concorrenza (requisiti), Allargamento (requisiti), Ricerca (requisiti), Salute e consumatori (requisiti), Commercio (requisiti) ed Energia e trasporti (requisiti).

Eccovi anche la modalità di presentazione della propria candidatura.

23.02.10 Secondo invito a presentare proposte per l’iniziativa tecnologica congiunta «Clean Sky» del settimo programma quadro 2007-2013 (pagina in inglese).

Le attività sono l’EcoDesign, il «Green Regional Aircraft» («Aereo regionale verde»), il «Green Rotorcraft», i «Sustainable and Green Engines» («Motori sostenibili e verdi») ed i Systems for Green Operations («Sistemi per operazioni verdi»). Scadenza oggi alle cinque del pomeriggio, fuso orario di Bruxelles.

02.02.10 – Agrigento. Cari imprenditori, commercialisti e consulenti del lavoro agrigentini, come è andato l’incontro sul Telefisco e la finanziaria di quest’anno? E fate parte, forse, di Confindustria, dell’Ordine dei dottori commercialisti e revisori contabili o dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Agrigento? O, forse, magari, lavorate alla locale Agenzia delle entrate…

22.10.09 – Commissione Agricoltura dell’Europarlamento. Radioeuropa su Radiouno dopo le undici e mezza di giovedì ventidue ottobre… Il programma si è anche occupato il quattordici ottobre dell’opposizione a Blair presidente del Consiglio europeo con un’intervista a Paolo De Castro, ex ministro delle Risorse agricole e presidente della commissione Agricoltura dell’Europarlamento (audio). In generale, forse si dovrebbe fare di più per l’agricoltura…

31.08.09 – Il «cielo pulito». Avete già presentato la domanda o la invierete lunedì entro le cinque del pomeriggio? Scadenza il 31 agosto – secondo il fuso orario di Bruxelles e del Belgio – per il bando Clean Sky (Cielo pulito)?

I treni, le ferrovie europee ed una direttiva. Facevo una ricerca in internet per motivi di lavoro ed ho trovato questo riferimento alla direttiva europea 91/440/CEE sullo sviluppo delle ferrovie comunitarie.

Il provvedimento dell’Unione europea si pone l’obiettivo di facilitare la costituzione di un mercato unico europeo a livello ferroviario (vedete in proposito l’articolo 1 della stessa direttiva) garantendo l’autonomia di gestione delle società ferroviarie, separando la gestione delle infrastrutture di tipo ferroviario dal servizio di trasporto ed escludendo dal campo d’azione della stessa direttiva le società ferroviarie che operano a livello cittadino, extraurbano e regionale.

Nella direttiva si parla anche di risanamento della struttura finanziaria delle imprese ferroviarie e di possibilità di accesso alle reti ferroviarie per le associazioni internazionali di società del settore, ma anche per le società ferroviarie che a livello internazionale effettuano trasporto merci (se ho capito bene, gruppi internazionali di imprese o società di trasport merci potrebbero operare sulla rete ferroviaria italiana e quindi offrire collegamenti sulla rete nazionale o trasporto merci internazionale).

Garantita, inoltre, la separazione del patrimonio, del bilancio e della contabilità delle imprese ferroviarie da quella degli Stati membri Ue.

Su un altro aspetto del tema «treni» – quello della cosiddetta interoperabilità – c’è anche un’altra direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio, la 2001/16/CE. L’interoperabilità consiste in pratica nell’apertura dei sistemi ferroviari europei alla concorrenza e all’interconnessione.

Al centro di questa direttiva ci sono le cosiddette «sti», specifiche tecniche di interoperabilità, le caratteristiche particolari dei sottosistemi ferroviari e delle loro parti che devono soddisfare entrambi le condizioni essenziali. Ogni sottosistema è, peraltro, oggetto di una specifica tecnica di interoperabilità e, se il caso, di più specifiche per linee, nodi, materiale rotabile o per problemi prioritari di interoperabilità.

Se, inoltre, siete interessati a maggiori particolari su questi due documenti legislativi, sappiate che pensavo di aggiungere altri particolari su quest’argomento o nelle prossime ore o nei prossimi giorni (beh, in un certo senso devo “studiare” un po’ il tema…). Buona giornata o serata, comunque…

– Il nuovo direttivo dell’Uic (Unione internazionale delle ferrovie) – testo in tedesco: Yoshio Ishida (East Japan Railway Company) presidente, Mauro Moretti (Fs) vicepresidente e Jean-Pierre Loubinoux (Société nationale des chemins de fer française) direttore generale

– Lunedì 4 maggio è previsto a Roma il secondo incontro del gruppo di lavoro Nuove tecnologie dell’Uic

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple. Neomedia.it

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

9 aprile 2009 – aggiornato 3 marzo ‘10

calogeromira.wordpress.come-mail

Risparmio energetico (forse)?

Published in: on Mag 9, 2010 at 9:05 pm  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: