Ribera, Sciacca e Maria Presti. Porto Empedocle, Monserrato, Licata e Menfi

calogeromira.wordpress.com

La provincia di Agrigento

Porto Empedocle ed Agrigento

Rattrista il decesso di Maria Presti in provincia di Agrigento. Questo stesso mio testo anche qui e qui.

11.12.10 – Porto Empedocle. Si sono già celebrati i funerali di Vincenzina Neri qualche giorno fa e si stanno occupando del caso il medico legale Gianfranco Pullara ed il  sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Agrigento, Luca Sciarretta.

11.12.10 Andare al mercatino del Piano Lanterna e trovare la morte sulla strada statale 115. Quello che purtroppo è accaduto alla signora Vincenzina Neri di Porto Empedocle (provincia di Agrigento), del Villaggio Bonocore.

Purtroppo non c’è stato nulla da fare per gli operatori del 118 e dei vigili del fuoco del comando provinciale di Villaseta e sul posto sono accorsi anche i poliziotti del commissariato Frontiera di Porto Empedocle (che, se non sbaglio, è lì vicino), della Stradale di Sciacca e della polizia municipale di Porto Empedocle, coordinati dai  vicequestori aggiunti Cesare Castelli e Calogero La Porta e dal comandante Calogero Putrone. E chissà quando saranno i funerali.

08.09.10 Avete partecipato ai funerali di Giovanni Ferlisi alla chiesa di San Lorenzo, a Monserrato? A quanto pare, il sacerdote è stato, in questo caso, don Gaetano Montana e faccio le mie condoglianze ai familiari ed a tutti coloro che lo conoscevano.

Secondo quanto si è saputo dai mezzi di comunicazione, dopo l’ispezione cadaverica disposta dal sostituto procurtore Santo Fornasier della Procura della Repubblica di Agrigento ed eseguita dal medico legale Gianfranco Pullara, si è accertato che la vittima della strada sarebbe deceduta per un cosiddetto politrauma ed uno shock emorragico.

12.02.10 – Menfi e Sciacca. Le auto erano davvero in uno stato particolare. Condoglianze ai parenti ed agli amici di Salvatore e Katia Alagna, deceduti sulla strada statale 115 fra Menfi e Sciacca, in contrada Baiata. In che stato erano la Cinquecento e l’altra auto.

30.10.09 – Agostino Cellura, Licata, Riesi ed il ricordo. Ottimo, davvero ottimo, ricordare Agostino Cellura, il giovane deceduto in un’incidente stradale lungo la strada provinciale per Riesi, città in provincia di Caltanissetta. L’appuntamento è a Licata alle sette e mezza di venerdì trenta ottobre, in via Gela. E si arriverà proprio alla strada provinciale. Forse, in questo caso, ricordare fa davvero bene. O no?

16.11.08 Oggi dalle 10 a Licata, in provincia di Agrigento, Giornata del ricordo delle vittime della strada con l’Aifvs (Associazione italiana famiglie vittime della strada) guidata a livello locale dalla presidentessa Francesca Florio. Illuminato il Monumento ai caduti in guerra di piazza Progresso ed in programma un incontro alle 10 nell’aula consiliare ed una Messa alle 11.45 in Chiesa madre.

16 novembre ‘08 – aggiornato venerdì ventinove aprile ’11

Fidenza e Paola Caltabiano

calogeromira.wordpress.come-mail

L’Emilia Romagna, la provincia di Parma e Fidenza

Addolorano i decessi di Paola Caltabiano, Claudia ed Antonio Manfredi a Fidenza, in provincia di Parma. Condoglianze al marito e padre, Salvatore Manfredi, originario, come la moglie, di Napoli. Intervenuti il 118, i carabinieri ed il Ris di Parma ed, in passato, le Ausl di Fidenza e Parma, con un dipartimento in cui lavora il funzionario Pietro Pellegrini.

Lunedì 10 gennaio ’11






Siracusa e Carmelo Calpitano. La Sicilia e la Sardegna

calogeromira.wordpress.come-mail

Le province di Siracusa, Palermo e Trapani e la Sicilia

San Vito Lo Capo

San Nicolò Gerei e Villaputzu

La provincia di Cagliari e la Sardegna

Condoglianze alla famiglia ed agli amici di Carmelo Calpitano, deceduto giorni fa dopo uno scontro in mare alla baia di Santa Panagia, al porto di Siracusa. Indagini della Capitaneria di porto e della Procura della Repubblica di Siracusa.

16.01.10 – Palermo, Capo Gallo e San Vito Lo Capo. Spero e mi auguro che i parenti di Marcello Cusimano possano superare nel modo migliore il comprensibile dolore per la morte del loro congiunto, annegato a San Vito Lo Capo con la motovedetta «I maramao». Il cadavere del vigile del fuoco dell’aeroporto palermitano era stato ritrovato alcuni giorni fa a Capo Gallo e poi trasportato al porto di Palermo.

Non la prima volta, peraltro, che Cusimano va a finire sulle pagine dei giornali visto che aveva vissuto anni fa lo scoppio di un’auto, in seguito al quale morì il collega Giuseppe Pisciotta.

E credo che sia stata un’operazione tremenda il ritrovamento del corpo da parte della Capitaneria di porto di Palermo e del personale di un catamarano. Condoglianze, inoltre, anche ai colleghi e a chi lo conosce come tifoso del Palermo. E soprattutto al signor Francesco Geraci, che ha vissuto a Villagrazia di Carini quei momenti.

30.08.10 – San Nicolò Gerei e Villaputzu. Forse assurda la morte di Maria Furcas di San Nicolò Gerrei, in provincia di Cagliari, a Porto Tramatzu (comune di Villaputzu) e, purtroppo, non è servito l’aiuto dei soccorsi.

Dopo, peraltro, ci sono state le opportune spiegazioni dal mondo scientifico-medico sulla puntura della medusa o dei media sui casi precedenti.

30 agosto ‘10 – aggiornato 5 gennaio ‘11







I pacchi bomba a Roma e le ambasciate del Cile e della Svizzera

calogeromira.wordpress.come-mail

Pagina sull’Italia

su un mio profilo

L’ambasciata elvetica si trova in via Barnaba Oriani, ai Parioli, e quella cilena in via Po, vicino a via Veneto, e gli attentati sono stati rivendicati dalla Federazione anarchica informale, cellula Lambros Fountas. Nel primo caso il 118 ha trasportato il lavoratore ferito al policlinico Umberto I.

Buon lavoro alla Digos della Questura di Roma, alla Procura della Repubblica di Roma ed ai politici ed ai diplomatici intervenuti – il ministro degli Esteri italiano; l’ambasciatore cileno in Italia, Oscar Gody; Berna e Berlino. Intanto, si pensa al movente che potrebbe essere la detenzione in Svizzera di tre anarchici per un attacco alla sede elvetica di una società.

23.12.10 Due esplosioni a Roma, alle ambasciate del Cile e della Svizzera? 😦 Sotto alcune parole su un attentato sventato che non c’entra nulla con questa vicenda.

02.05.10 – Times Square e New York. Tremendo che qualcuno abbia sistemato un’autobomba a Times Square, a New York. Attentato sventato come ho saputo da un mezzo di comunicazione. E che risposte darà il governatore David Paterson?

2 maggio ‘10 – aggiornato giovedì 23 dicembre ’10

Pietro Ortolano e Siracusa. Rosolini, Catania e Noto

calogeromira.wordpress.come-mail

La Sicilia e la provincia di Catania

La provincia di Siracusa, Rosolini e Noto

Davvero tremendo il decesso del signor Pietro Ortolano in via Barresi, a Mazzarrona, Siracusa. Nulla da fare per il 118, impegnato nella corsa verso l’ospedale Umberto I di Siracusa.

05.12.10 Purtroppo due decessi giorni fa sulla salita delle Monache a Rosolini (provincia di Siracusa), Domenico Covato e Giovanni Licitra. Condoglianze alle loro famiglie ed a tutti gli amici.

09.11.10 – Noto. Condoglianze alla famiglia ed agli amici di Crocifisso Padula, di Noto, deceduto in un incidente in moto sulla strada «Buscemi-Cassaro».

02.10.10 Un augurio di pronta e completa guarigione alla ragazza coinvolta giorni fa in uno scontro davanti al mercato ittico di Catania. Credo che sia stato davvero tremendo che, in questo incidente fra un motorino ed un autocarro, abbia perso la vita Bartolo Loris Alessandra.

19.08.10 – La circonvallazione di Catania. Condoglianze alla famiglia ed agli amici di Diego Patanè, morto in un incidente stradale sulla circonvallazione di Catania. Speriamo che vada benissimo all’anziano ricoverato nell’ospedale etneo Vittorio Emanuele.

19 agosto ‘10 –  aggiornato 25 dicembre ‘10

Castrofilippo, Canicattì e Lorenzo Facciponti

calogeromira.wordpress.come-mail

La provincia di Agrigento, Canicattì e Castrofilippo

Giorni fa l’autopsia – eseguita dal medico legale Nunzia Albano alla presenza del dottor Giuseppe Migliore dell’Università di Palermo – ha accertato che il decesso di Lorenzo Facciponti, di Castrofilippo, è stato causato da una broncopolmonite.

Per questa vicenda sono stati indagati tre medici ed un radiologo dell’ospedale «Barone Lombardo» di Canicattì. L’uomo era stato, poi, trasferito con un’eliambulanza del 118 dall’ospedale di contrada Giarre all’ospedale «Cervello» di Palermo, come abbiamo saputo dai mezzi di comunicazione. Successivamente il decesso ed una denuncia presentata al commissariato di Canicattì, guidato dal dirigente Corrado Empoli. Quindi, il sequestro delle cartelle cliniche disposto dal magistrato Ambrogio Cartosio. Ora sarà, peraltro, necessaria molta cautela nel ricostruire la verità. E da una parte c’è l’avvocato della famiglia di Lorenzo Facciponti che si chiama Lillo Sferrazza. Buon lavoro a lui, agli inquirenti ed a tutti gli avvocati che si occuperanno di questa vicenda.

6 novembre ’10

L’omicidio di Licata, Antonino Timoneri, Rita Di Miceli ed i funerali

calogeromira.wordpress.come-mail

La provincia di Agrigento e Licata

Bentornate in provincia di Agrigento a Rosa e Concetta Timoneri. Purtroppo il motivo del loro viaggio è triste, la partecipazione ai funerali dei genitori, e qui sotto potete leggere ulteriori spiegazioni.

22.10.10 Fra i primi a scoprire i cadaveri (vedere più giù) alcuni operatori del 118 e poi sul luogo delle indagini – la via Marotta nel quartiere San Paolo – sono accorsi i dirigenti delle forze dell’ordine Fatima Celona, Massimo Amato ed Alfonso Iadevaia, il magistrato Santo Fornasier ed un figlio della coppia, Giuseppe Timoneri, sentito nella sede della polizia, in via Campobello.

L’anziana che ha scoperto i cadaveri è stata ricoverata all’ospedale «San Giacomo d’Altopasso» di Licata. E si sta occupando di questa vicenda giudiziaria anche un’ispettore di polizia, Angelo Amoroso.

20.10.10 Davvero inquietante la storiaccia di Licata che ha colpito Antonino Timoneri e Rita Di Miceli.

20 ottobre ’10 – aggiornato 27 ottobre ’10

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: