Venticinque dicembre su “carta” inglese ed il «Canto di Natale» di Charles Dickens. Ravel, Vivaldi e Shostakovic

calogeromira.wordpress.come-mail

Cucina natalizia e di San Silvestro, il Capodanno ai fornelli. Tortellini e cappelletti, panettone, pandoro, i vincisgrassi di Ancona, Marche (più o meno simili alle lasagne) ed il brasato al Barolo. Il panone di Natale ed i menu per San Silvestro ed il Capodanno.

Crema al cacao con nocciole ed anacardi, cioccolato fondente con nocciole o gianduia con nocciole intere oppure al latte con nocciole e nocciole intere

07.01.10 Sostakovic, Vivaldi e Ravel. Musiche di Maurice Ravel, Antonio Vivaldi e Dmitri Sostakovich (spero che il suo nome si scriva così) stamattina a I concerti del mattino di Radio3 Rai fino all’una.

Dickens e… Avete letto il Canto di Natale di Charles Dickens e ne siete rimasti affascinati? Ebbene, vi sconsiglio il film A Christmas Carol (con Jim Carrey ed una canzone di Andrea Bocelli), non perché sia brutto, ma perché – forse – insipido e basato troppo sulla tecnologia. Comunque, potete ancora vederlo a Porto Empedocle e Sciacca. Sappiate anche che il brano di Bocelli si intitolerebbe «Dio ci benedirà» così come la colonna sonora del film sarebbe di Alan Silvestri.

– Andrea Bocelli, «Canto della terra»

– La musica. Quale il vostro brano preferito? (Vota)

Andrea Bocelli e l’Isola del Giglio. Forse a qualcuno interesserà anche il fatto che Bocelli sia stato all’Isola del Giglio, in Toscana (dovrebbe essere in provincia di Grosseto). In rete ho anche trovato un pacchetto turistico per un concerto che Bocelli ha tenuto lo scorso diciotto luglio a Lajatico, che dovrebbe essere la sua città di nascita.

– Luoghi turistici siciliani, Eraclea Minoa e la Valle (Vota)

– Quale di questi monumenti italiani vi piace di più? (Vota)

– Località turistiche straniere (Vota)

25.12.08 Natale per i giornali inglesi? L’Independent va a Basra – in Iraq – al seguito delle truppe britanniche nel loro ultimo Natale lì ed il Guardian consente ai suoi lettori di mettersi alla prova con un quiz “in viaggio”… L’Independent titola il suo testo «Natale a Basra: il periodo natalizio per le forze armate britanniche».

Tacchino, «mince pie» – una tortina ripiena di frutta secca, dice il dizionario – ed una «scelta schiacciante» per loro e si parla dell’indomani dell’invasione, di NCOs – i non-commissioned officers o in italiano  sottufficiali – e delle milizie Shia che avrebbero preso possesso in passato di Basra (dovrebbero essere le milizie sciite) e poi sarebbero state scacciate dalla città.

L’autore dell’articolo Kim Sengupta definisce la guerra la più amara e controversa nella storia più recente, ma sappiamo come è andata. Tanta opposizione a questa, ma la guerra c’è stata. Il giornalista rende anche noto che nell’irachena al-Qurnah un’unità britannica sta guidando le forze irachene e che alcuni pacchi di gente comune arrivano lì indirizzati a «Soldato in Basra» o «Forze britanniche, Iraq». Incredibile, ma vero…?

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple. Neomedia.it

Spreadthesign, dizionario e linguaggio dei segni. Commissione europea – Istruzione e formazione

25 dicembre ‘08  – aggiornato 7 gennaio ‘10

Risparmio energetico (forse)?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: