Molta cautela sul ddl sul fine vita? Povia, Gianni Vattimo e Ray Gosling

calogeromira.wordpress.come-mail

«La verità» di Povia. Un saluto a Giorgia «Dracula» Ortolani (pagina Facebook) ed una mia sequenza con brani di Povia e delle Vibrazioni.

Vattimo e Gosling. Il filosofo ed eurodeputato Gianni Vattimo ed il caso di Ray Gosling che ha confessato di avere ucciso il suo amante, in ospedale, con un cuscino.

26.05.09 Ma il Pd ed il centrosinistra non potrebbero discutere maggiormente sul fine vita e su altri temi? Se non altro, per mostrare meno divisioni… Magari le discussioni non serviranno a molto, ma almeno ci si prova… Del resto, il Pdl di Berlusconi e la maggioranza hanno mostrato di non essere adeguati e, infatti, Eluana è deceduta.

Ddl Calabrò. Beh, sicuramente sono tematiche complesse quelle di cui si è occupato qualche settimana fa il Senato (e di cui si occuperà la Camera) con l’esame del disegno di legge Calabrò sul fine vita. Un’occasione in più, dunque, a mio parere, per dimostrare molta cautela ed attenzione nella votazione dei singoli commi e del testo finale.

Ecco quanto avevo scritto lo scorso mese a proposito della vicenda Eluana ancor prima che la commissione Sanità del Senato licenziasse il testo di cui è stato relatore il senatore Raffaele Calabrò.

Ad Aragona. Fiaccolata in ricordo di Eluana oggi pomeriggio – 13 febbraio – alle 17 (o forse un’ora dopo) ad Aragona, in provincia di Agrigento. Previsto un percorso dalla villa comunale alla chiesa madre dove il gruppo Gioia infinita di Giovanna Cavaleri, Rita Terrazzino e Maria Luisa Sciortino suonerà per il pubblico presente. Eccovi anche  quanto avevo scritto negli scorsi giorni.

La Englaro. Morta, è stato detto pochi minuti fa. Mai più un caso Eluana Englaro in Italia, Stato in cui – come ha ricordato la stampa estera – vige secondo le leggi attuali il divieto di eutanasia attiva e passiva (quindi di dar la morte). Inoltre, cari friuliani, le parole seguenti sono rivolte a voi e vi invitano a boicottare la clinica che ha continuato a comportarsi così e a ricordarvi di questa situazione al momento delle elezioni. Questo è quanto avevo scritto ancora alcuni giorni prima.

La richiesta al Governo

Il Governo nazionale deve intervenire molto presto per decreto bloccando l’uccisione di Eluana Englaro. Questa è la mia opinione. E voi cosa ne pensate? Se non volete, non pregate o non digiunate, ma magari spedite una mail tramite il sito dell’associazione Due minuti per la vita per chiedere al Governo italiano di salvare Eluana Englaro con un decreto legge.

Mail, telefono e fax

Potete inviare un’e-mail o fare una telefonata per non far uccidere Eluana. La mail dell’azienda sanitaria La quiete è  segreteria@laquieteudine.it o chiamare i numeri 0432 88 622 16 o 0432 88 622 14, mentre il fax è lo 0432 26 460.

L’azienda La quiete sarebbe convenzionata con il Comune di Udine e quindi potete inviare una mail chiedendo particolari sull’eventuale convenzione anche al Comune alla casella urp@comune.udine.it o chiamando i numeri 0432 27 16 16 e fax 0432 27 13 55.

– Una vignetta sulle disposizioni personali

Una digressione sulle vignette. A proposito di vignette, permettetemi una digressione che non ha nulla a che fare con il fine vita. Il vignettista Mauro Biani si è occupato di costumi più sobri e frustino, ma anche di Salomè ed Erode. «Il Santo padre si incazza…».

Peraltro, il Guardian, uno dei più noti quotidiani britannici, ha scritto su una vignetta di Biani a firma del giornalista e scrittore Tobias Jones… Eccovi qui l’articolo in inglese e qui un riferimento in italiano. Se, invece, vi potrebbe piacere un calendario satirico da scaricare (e con un uomo incinto), cliccate qui…

3 febbraio 2009 – aggiornato 12 maggio ‘10

Published in: on novembre 29, 2010 at 8:18 PM  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , ,

4 commentiLascia un commento

  1. Non fate uccidere Eluana Englaro!!!!!

  2. LE ANIME INFERNALI DI QUESTO SECOLO

    C’è ancora troppa gente che, per ignoranza, approssimazione, malafede, interesse di parte, interpreta la figura dell’’uomo di potere, come requisito di intelligenza, sacrificio, conoscenza e buon senso. Oggi, questa equazione, da un risultato diametralmente opposto, coniugando il potere con l’infamità, la menzogna, il populismo e la schiavitù. Il potere mediatico di questi nuovi baroni dell’ultra liberismo, sponsorizza una vocazione confessionale e autoritaria, al solo scopo di riempire i vuoti di coscienza degli individui amorfi, e finalizzata all’opportunismo e al raggiro. Gli amorfi, momentaneamente coccolati dalle lusinghe di un tale potere, ubbidiscono ad ogni nuovo ordine del padrone, sostenendo ad oltranza ogni sua tesi e assimilandola come propria – nella loro veste di missionari della verità e della libertà ma, in realtà, privi di qualsiasi tipo di iniziativa, oltre alla continua pratica svolta ad acclamare, Chiesa e potere economico. Per semplice logica, Chiesa e potere economico (di opposto segno) dovrebbero naturalmente respingersi ma, nella realtà, si attraggono. Alla luce dei fatti, nessun segno distintivo li caratterizza, ma tendono ad inglobare (fagocitare) tutto ciò che sostenga menzogna e profitto. Questa convergenza ideologica di principi apparentemente inconciliabili, contribuisce al consolidamento di un tale potere, capace di condizionare, con risultati sorprendenti, le scelte politiche etiche e di valori della società amorfa. Se artisti e intellettuali, quelli che la cultura la producono e la praticano (per fare un esempio), si oppongono all’accanimento terapeutico, la società degli amorfi in virtù della sindrome, del “bastian contrario”, si schierano dalla parte opposta, affermando così una nuova cultura: quella dell’acqua sporca. Sulla base di quanto sopra esposto, questi personaggi al potere, che hanno fatto della menzogna, del servilismo, illegalità e criminalità, il loro stile di vita, in realtà sono mandanti delle stragi dei civili iracheni e responsabili dei morti di Nassirya.
    Sono quelli della castrazione chimica e della xenofobia. Sono i cattolici divorziati e abortisti – imprenditori inquinatori, prelati pedofili, espiantatori di organi di contrabbando. Sono gli stessi poi che demonizzano la morte e sbandierano il diritto alla vita, macabro vessillo teso ad esorcizzare la paura di una esistenza vuota e priva di alcun contenuto che, nella promessa di immortalità, elude ogni più remoto barlume di consapevolezza, di volontà e di verità. Sono quelli che in forma di proseliti promettono la vita eterna fra le braccia del creatore ed esaltano la sofferenza catartica di questa miserabile vita terrena e della sua provvisorietà. Sono i ricchi gerarchi del clero pagano e idolatra che, nei sempre più rari interventi rubati all’ozio e a una vanità femminea, gridano a gran voce “beai gli ultimi, che loro sarà il regno dei cieli”. Sono quelli che esaltano il primato dello spirito, per poi accanirsi su corpi inermi (cavie umane) con le macchine assemblate da satana, e prolungare così all’infinito una tortura lacerante in un esaltato accanimento, sperimentale, degno del più spietato aguzzino nazista. Sono quelli che non accettano la sconfitta di una scienza effimera e miope, che ha anteposto il profitto e il potere, al buon senso, alla carità cristiana e al principio etico. Sono loro le anime infernali di questo secolo, loro, terrorizzate dal più ineludibile atto di giustizia: la morte.

    Gianni Tirelli

    • Grazie mille per il lungo commento. Beh, davvero difficile rispondere.

  3. “CARO BERLUSCONI: L’AMERICA E’ FINITA”

    Solo nei regimi ignoranti e populisti, che hanno esaurito la loro carica demagogica e propagandistica, si invoca, come ultima ratio, la lealtà verso capo indiscusso e la cieca obbedienza pena, l’eterna onta del tradimento. Il solo e vero traditore dei traditori di questo paese e del suo mandato elettorale, è Silvio Berlusconi che, oggi, alla luce degli ultimi avvenimenti, accusa di diserzione e di fellonia tutti coloro che si sottrarranno al sostenere il suo governo, e che, aggiunge, si macchieranno in maniera indelebile, della responsabilità del suo inevitabile tracollo. “Faremo la fine della Grecia”, dichiara, lanciando l’anatema. […]

    Silvio Berlusconi, ha la certezza matematica e, motivi più che validi (carte alla mano), per sapere che la fine di questa legislatura coinciderà con la sua disfatta politica, morale e umana. La giustizia, imperturbabile, dovrà fare il suo corso, e la magistratura lo sta già aspettando al varco.
    […]

    Da cattolico pluri-divorziato, poi, si erge a paladino della famiglia e a difesa della vita vegetativa ad oltranza. […]

    Gianni Tirelli


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: