La Maturità, l’Università della terza età e…

calogeromira.wordpress.com

Le commissioni della Maturità 2010 (ed in alcuni casi gfli scrutini) ai licei classici «Empedocle» di Agrigento, «Fazello» di Sciacca, «Linares» di Licata, «Foscolo» di Canicattì e «Pirandello» di Bivona o ai licei scientifici «Leonardo» e «Majorana» di Agrigento, «Fermi» di Sciacca e «Sciascia» di Canicattì.

Fra gli istituti tecnico-commerciali ci sono il «Foderà» e lo «Sciascia» di Agrigento; il «Gino Zappa» di Campobello di Licata e Naro ed il «Re Capriata» di Licata.

02.07.09 Un brano del De Officiis di Cicerone al classico…

La letteratura. Svevo e Pirandello… Due degli autori dell’ultimo anno per gli studenti delle superiori. Ed ecco una traccia sulla Coscienza di Zeno agli esami di maturità…. E poi l’innamoramento e l’amore, forse un po’ adatto ai piccioncini o forse no.

Magari c’è anche chi sta preferendo occuparsi delle origini della cultura giovanile o su internet e le reti, i network, per chi ama navigare.  Se, poi, questi ragazzi hanno qualche ricordo – ma forse sono molto giovani – ci sono i concetti di libertà e democrazia a vent’anni dall’abbattimento del muro di Berlino. Fra le tracce, così sembra, anche un tema sull’anniversario dei 150 anni dell’unità d’Italia (un po’ più pesantuccio, no?) e i più europeisti potranno “divertirsi” con l’anno europeo della creatività e dell’innovazione.

Sei le ore per gli studenti che in questo lasso di tempo potranno tranquillamente scrivere (speriamo) nella migliore condizione possibile e domani per il liceo classico prova scritta di latino e per lo scientifico matematica… Per il linguistico c’è la lingua straniera e per l’artistico disegno geometrico, mentre al professionale (tecnico dei serivizi turistici e dei servizi della ristorazione) rispettivamente economia e tecnica dell’azienda turistica e delle aziende ristorative. Per i geometri c’è tecnologia delle costruzioni e per il ragioneria economia aziendale. Paura?

Italiano ed economia aziendale. Tutto pronto per lo scritto d’italiano di domani? E per le prove specialistiche come economia aziendale o le lingue?

Palma. Al liceo scientifico Odierna di Palma di Montechiaro i candidati saranno centoquattro interni e sei esterni per tre commissioni (magari se c’è qualcuno di voi che sta leggendo, fatemelo sapere).

Il presidente di una commissione di questo istituto – sezioni A e B – sarà il preside Filippo Brancato del liceo classico Fazello di Sciacca (e qui vi allego una storia di Tommaso Fazello, invitandovi, comunque alla cautela). Membri della giunta saranno, quindi, i docenti di matematica Rosaria Criscimanna (magistrale Giudici Saetta e Livatino di Ravanusa), di scienze Adriana Raccomandato Croce (magistrale Martin Luther King di Favara) e di storia dell’arte Domenico La Rocca (scientifico Fermi di Sciacca).

Presidente di un’altra commissione dell’Odierna (C ed E) sarà il professor Salvatore Barbera del professionale per i servizi commerciali e turistici Saverio Friscia di Sciacca. Componenti della commissione insieme a lui saranno la professoressa di matematica Vita Napoli (scientifico Fermi di Sciacca), di scienze Michele Castellana (istituto professionale Archimede per l’industria e l’artigianato di Casteltermini) ed infine di storia dell’arte Giovanni Bonsignore (magistrale Politi di Agrigento).

Infine, presidente della terza commissione (quinte D e G) sarà il preside del Niccolò Gallo di Agrigento, Francesco Curaba. Saranno con lui compagni di commissione il docente di matematica Calogero Migliore (scientifico Fermi di Sciacca), di scienze Diega La Mantia (scientifico Sciascia di Canicattì) e di storia dell’arte Maria Aurora Gucciardino (magistrale King di Favara).

Passando da un istituto palmese ad un altro (dall’Odierna all’istituto tecnico commerciale Tomasi), la situazione cambia un poco con centoquindici interni e quindici privatisti. Il presidente di una prima commissione (sezioni A e B) sarà, in questo caso, il preside Vincenzo Scrivano dello scientifico Majorana di Agrigento – già insegnante di italiano, latino e greco al liceo classico Empedocle di Agrigento – che sarà coadiuvato dai docenti di economia aziendale Giovanna Gazziano (alberghiero Ambrosini di Favara), di geografia economica Maria Camera (della sede empedoclina dell’istituto professionale Niccolò Gallo) ed, infine, da Emma Gambino (insegna diritto allo scientifico Leonardo di Agrigento).

Sarà “agrigentino” anche il presidente dell’altra commissione, la professoressa Anna Maria Sermenghi del ragioneria Sciascia di Agrigento (classi A e B). Insieme a lei faranno parte della commissione dell’itc Foscolo di Palma il professore di economia aziendale Giuseppe Amato (tecnico commerciale Don Michele Arena di Sciacca) e di diritto Giovanni Tesè (tecnico commerciale e per geometri Galileo Galilei di Canicattì). Ancora da nominare il membro della commissione con competenze in geografia economica (e del resto il giornalista Vittorio Alfieri aveva scritto giorni fa che si cercano numerosi docenti di geografia economica per questa Maturità agrigentina).

Il liceo classico di Agrigento… Al liceo classico Empedocle di Agrigento bilancio nettamente a favore degli studenti della scuola con nessun candidato esterno rispetto ai centosettantanove dell’istituto. Dirigerà i lavori della prima commissione della scuola (terza A ed E) la professoressa Patrizia Marino della scuola elementare Leopardi di Licata; la aiuteranno la docente di latino Francesca Castronovo (liceo classico Linares di Licata), la collega Daniela Calogera Baldanza di matematica (liceo classico Linares di Licata) ed il professore di filosofia Salvatore Enrico Sciortino del liceo classico Foscolo di Canicattì.

La presidentessa della seconda commissione – Ernesta Rita Musca per le terze B e C – verrà da un istituto esterno ai confini della provincia, l’istituto comprensivo di Mazzarino, in provincia di Caltanissetta. Gli altri membri della commissione saranno, invece, la professoressa Carmela Taibi di latino (liceo classico Foscolo di Canicattì), il collega di matematica Matteo Leoluca Iemmola dell’istituto professionale Archimede di Casteltermini e Giuseppa Porrello che insegna filosofia al liceo classico Linares di Licata.

Terza commissione (ragazzi degli ultimi anni dei corsi F e G) presieduta, quindi, dal professore Pietro Ciulla dell’istituto comprensivo Giuseppe Tomasi di Lampedusa di Santa Margherita Belice. Due le professoresse in commissione e poi un altro docente, rispettivamente il professore di matematica Calogero Vella del professionale Fermi di Licata e le colleghe di latino Rosa Marchese e di filosofia Angela Damanti (l’una del liceo classico Pirandello di Bivona e l’altra del liceo classico Linares di Licata).

Ultima commissione, infine, per il corso D guidata dal professor Maurizio Buccoleri del liceo classico Linares di Licata che avrà la collaborazione della professoressa di latino Maria Audienza Trapani, di matematica Lucia Carlino e di filosofia Michelangelo Petruzzella (rispettivamente del liceo classico Tommaso Fazello di Sciacca, del classico Linares di Licata e del liceo scientifico Picone di Lercara Friddi, in provincia di Palermo).

… quello di Sciacca… Al Fazello la prima commissione – A e B Brocca – sarà diretta da Giuseppe Lauricella dell’Ipia Archimede di Cammarata. Con lui le docenti Silvana Fauci, Francesca Scozzari ed Ida Torre (matematica, latino e filosofia al magistrale Crispi di Ribera).

Dirige la seconda ed ultima commissione, infine, il preside dell’ipsia Fermi di Agrigento, Francesco Casalicchio. Fanno parte della commissione esaminatrice dei corsi C e D anche i membri Maria Pia Carmina, Rosalia Castronovo e Vincenzo Giammona (latino al classico Foscolo di Canicattì, filosofia allo scientifico Leonardo di Agrigento e matematica al magistrale Crispi di Ribera).

… quello di Licata… Al Linares è stato designato presidente della prima commissione – classi A e B Brocca – Sergio Bruno dell’istituto Vetrano di Sciacca (se ricordo bene, dovrebbe essere il preside della scuola). Insieme a lui gli insegnanti di pedagogia Vincenza Cavaleri, di biologia Anna Di Salvo e di filosofia Giuseppa Sarullo (Madre Teresa di Santo Stefano di Quisquina, itc Sturzo di Gela e magistrale Crispi di Ribera).

Alla guida della seconda commissione – che riguarderà il corso A – il presidente Domenico Tuttolomondo dell’istituto comprensivo Contino di Cattolica Eraclea che riceverà l’aiuto dei commissari di latino Rosaria Merro, di filosofia Diego Nicosia e di matematica Pasquala Reina (classico Foscolo e scientifico Sciascia di Canicattì e scientifico Fermi di Sciacca).

Il preside del liceo classico di Agrigento, Carmelo Vetro, dirigerà i lavori della terza commissione dell’istituto (A e C ad indirizzo scientifico). In commissione esaminatrice anche i professori di matematica Nadia Burgio, di storia dell’arte Filomena Di Salvo e di scienze naturali Antonina Piccione (scientifico Fermi di Sciacca, scientifici Leonardo e Majorana di Agrigento).

A sovrintendere i lavori dell’ultima commissione d’esame – i rimanenti corsi B e D – ci sarà, infine, il professore Giovanni Battista Salamone del Panepinto di Bivona. All’interno della commissione anche gli insegnanti di scienze naturali Rosa Di Leo, di matematica Accursia Maffei e di storia dell’arte Maria Scramuzza (itc Giovanni XXIII di Ribera, scientifico Fermi di Sciacca e magistrale Crispi di Ribera).

… e quello di Bivona. La prima commissione del Panepinto – A Brocca – sarà costituita dal presidente Giuseppa Di Rocco (scientifico Odierna di Palma) e dai membri Maria Contino, Stefano Fragapane ed Alessandra Grassi (storia dell’arte al classico Verga di Adrano, biologia al classico Linares di Licata ed italiano allo scientifico Madre Teresa di Cammarata).

La seconda commissione (classi A e B ad indirizzo bio-socio-sanitario) comprende il prsidente Antonio Manzone (magistrale Politi di Agrigento) ed i commissari di matematica Filippo Farruggia, di legislazione sanitaria Liborio Giracello e di psicologia e sociologia Alfonsa Triolo (scientifico Leonardo di Agrigento, alberghiero Ambrosini di Favara ed ipia di Ribera).

Due i corsi della terza commissione – quelli A e B Brocca – per il presidente prescelto della commisione, Giuseppe Alfano della media Pirandello di Agrigento. Commissari saranno Angelo Cannella dell’Ipia Archimede di Cammarata (biologia), Ernesto Fichera del magistrale King di Favara (matematica) e Maria Concetta Massaro Cenere dello scientifico Picone di Lercara Friddi (storia dell’arte).

Finalmente giungo, infine, all’ultima commissione, quella del corso A, che è costituita dalla presidentessa Giovanna Lombardo dello scientifico Sciascia di Canicattì e dai membri Alfonso Alessi della stessa scuola (matematica) e dai professori Maria Pia LoVullo e Antonino Margagliotta (rispettivamente latino e filosofia al classico Linares di Licata ed al classico Foscolo di Canicattì).

Un liceo scientifico agrigentino… Al Leonardo presidentessa della prima commissione (quinta A Brocca) è Giuseppa Di Rocco (Odierna di Palma) e sono membri i professori Maria Contino (storia dell’arte al liceo classico Verga di Adrano, in provincia di Catania), Stefano Fragapane (biologia al liceo classico Linares di Licata) ed Alessandra Grassi (italiano allo scientifico Madre Teresa di Calcutta di Cammarata).

La seconda di sei commissioni – corsi C e D – è guidata dal professor Michele Di Mercione dell’ipsia Archimede di Cammarata che sarà coadiuvato dai docenti di biologia Anna Gabriella De Gregorio (scientifico Fermi di Menfi), di storia dell’arte Gianfranco Mirasola e d’italiano Teresa Pucino (Linares di Licata e Madre Teresa di Cammarata).

Il presidente della terza commissione – ultime classi A e B – si chiama Rosario Cannizzaro e gli altri professori insegnano matematica all’alberghiero Piazza di Palermo (Maria Anna Ceraulo), storia dell’arte al Madre Teresa di Casteltermini (Salvatore Profetto) e scienze naturali allo Zappa di Campobello di Licata (Calogero Verde).

Continuando con il Leonardo, c’è anche la terz’ultima commissione – quinte  F ed L – presieduta da Rosa Scimè dell’itc Galilei di Canicattì che esaminerà gli studenti insieme ai membri di commissione Calogera Ferrara, Alberto Milazzo e Carmela Spataro (rispettivamente matematica al classico Foscolo di Canicattì, storia dell’arte all’Odierna di Palma e scienze naturali al magistrale Crispi di Ribera).

Della penultima commissione (corsi G ed I) fanno parte Paolo Giordano (presidente – scientifico Sciascia di Canicattì), Calogero Contrino, Giuseppina Cutrò e Giuseppe Gueli, insegnanti di matematica al magistrale Giudici Saetta e Livatino di Canicattì, scienze naturali al classico Pirandello di Bivona e storia dell’arte al Madre Teresa di Casteltermini.

Infine, c’è l’ultima commissione (classi E ed H) diretta dal presidente Rosario Sciortino che si avvarrà della collaborazione dei professori Girolamo Claudio Alonge, Maria Teresa Aronica ed Alfonsa Traina (storia dell’arte all’Odierna di Palma, scienze naturali all’ipia Vassallo di Caltanissetta e matematica al classico Pirandello di Bivona).

L’itc di Sciacca… Al Don Michele Arena di Sciacca il presidente della prima commissione (corsi A e D) proviene dalla scuola media Navarro di Ribera e si chiama Diego Messina. Potrà contare della collaborazione dei colleghi di diritto Giuseppe Ferina (istituto per l’agricoltura e l’ambiente Ballatore di Bisacquino), Maria Presti di economia aziendale (itc Sciascia di Porto Empedocle) e Giuseppe Giovanni Saia di geografia economica (itc Galilei di Canicattì).

Nelle ultime classi dei corsi B e C il presidente si chiama Gaetano Arnone del circolo didattico Pirandello di Favara coadiuvato dai membri Rosa Gesua Capraro e Francesco Farulla dell’itc Sciascia di Agrigento (l’una insegna matematica e l’altro informatica generale) e Paolo Stagno dell’itc e per geometri Carlo Alberto Dalla Chiesa di Partinico, in provincia di Palermo.

… la commissione tutta rosa… Per il corso A ad indirizzo economico aziendale ci saranno la presidentessa Antonietta Castronovo della scuola Brancati di Favara ed i membri di commissione Emanuela Damiani (matematica all’ipsia Fermi di Agrigento), Sebastiana Dente (diritto all’itc e per geometri di Prizzi) e Maria Teresa Ferlita (economia aziendale ad un istituto d’arte di Palermo, in piazza Generale Turba).

L’alberghiero saccense… Nella prima commissione dell’istituto alberghiero Giuseppe Molinari (classe A) ci saranno il presidente Giuseppe Perconti dell’itc e per geometri Panepinto di Bivona ed i membri Rosalia Calandra, Liborio Giordano e Santa Piazza (geografia turistica ed economia e tecnica dell’azienda turistica all’itc Zappa di Campobello di Licata e tecniche di comunicazione e relazione al classico Pirandello di Bivona).

Calogero Marotta sarà il presidente della seconda commissione comprendente i corsi A e B di tecnico del servizio di ristorazione. Commissari saranno Luigia Giovanna Lo Verme dell’alberghiero Ambrosini di Favara (economia e gestione delle aziende ristorative), Pellegrina Nicolosi di legislazione e Maria Concetta Trafficante di alimenti e alimentazione (alberghiero di Balestrate, in provincia di Palermo, ed itcg Carlo Alberto Dalla Chiesa di Partinico).

Sono, peraltro, ben lieto di essere giunto all’ultima commissione per i corsi C, D e B tecnico dei servizi turistici. Per gli alunni di queste classi il presidente sarà Gaspare Caramazza dell’istituto comprensivo Dante Alighieri di Cammarata; commissari insieme a lui saranno i docenti Giuseppe Collana (alimenti e alimentazione all’alberghiero di Carini), Alfonso Pendolino (economia e gestione delle aziende ristorative al professionale Gallo di Agrigento) e Girolamo Trapani (itcg Don Calogero Di Vincenti di Bisacquino, in provincia di Palermo).

… e l’itc di Campobello di Licata. All’itc Zappa di Campobello è presidente dell’unica commissione Giacomo Daina dell’alberghiero Ambrosini di Favara. Con lui i professori Antonio Nigro di economia aziendale e Rina Falsone di diritto (rispettivamente dell’itc Giovanni XXIII di Ribera e del professionale Mangano per i servizi sociali di Catania). Le due classi interessate sono la A e la B.

Un «professionale» ad Agrigento. All’ipia Fermi dirige la commissione dell’idirizzo odontotecnico Vita Di Giovanna dello scientifico Fermi di Sciacca. La aiuteranno nei lavori di esaminatore i professori Angela Marchica, Maria Giuseppa Nucera e Tito Rinaldi, rispettivamente docenti di matematica all’ipia di Sciacca, italiano all’ipia Fermi di Licata e diritto commerciale all’itcg Galilei di Canicattì. Mi auguro di aggiungervi prossimamente i nomi dei componenti delle altre commissioni di questa scuola.

Il liceo di Favara… Quattro le commissioni al King. Una commissione del liceo Martin Luther King di Favara (corsi D ed E) sarà presieduta dal professor Calogero Baldassano dello scientifico Fermi di Sciacca che sarà coadiuvata dai commissari Giuseppe Callea, Silvia Caramazza ed Antonina Maggio (rispettivamente docenti di  storia dell’arte, biologia e matematica dello scientifico Odierna di Palma, dell’itc Zappa di Naro e del classico Fazello di Sciacca).

La seconda – comprende i corsi F e G – dal professor Filippo Marino dell’istituto comprensivo Scaturro di Sciacca e con lui ci saranno gli insegnanti di biologia, stora dell’arte e matematica Giuseppe Belluzzo, Paola Cottone e Paola Picone (itc Zappa di Campobello di Licata, Fermi e Fazello di Sciacca). Membri della terza commissione – ultime classi A, B e B Brocca – saranno il presidente Luigi Abbene (istituto comprensivo Mariano Rossi di Sciacca), Maria Di Paola, Maria Alfonsa Massaro Cenere e Rosario Tulone (la prima professoressa di filosofia al Fazello di Sciacca, la seconda di biologia al classico Pirandello di Bivona ed il terzo di pedagogia al Fermi saccense).

Infine, c’è l’ultima commissione che include soltanto la classe H con il presidente Vito Lucio Nobile Fidanza (alberghiero Molinari di Sciacca) ed i membri di commissione saranno Pasquale Borsellino (docente di biologia al Pirandello di Bivona), Graziella Di Martino (storia dell’arte allo scientifico Fermi di Ragusa) e Maria Assunta Perconti (matematica al Pirandello di Bivona).

… ed il magistrale di Ribera. Al Crispi presiede la prima commissione – B e G Brocca – Maria Contino (Madre Teresa di Casteltermini). Sono commissari Domenica Caruso per il latino, Stefano Giudice per la filosofia ed Alfonsina Montalbano per la matematica (classico Fazello di Sciacca, magistrale Giudici Saetta e Livatino di Ravanusa e scientifico Leonardo di Agrigento). Per le altre commissioni, vi pregherei di aspettare ancora un poco.

Professionale per l’agricoltura di Canicattì. Al Livatino di Canicattì una sola commissione per i corsi A ed A’. Il presidente arriva dall’itc Don Michele Arena di Sciacca e si chiama Michele Cirafisi. Con lui ci sono i docenti del professionale per l’agricoltura Ballatore di Bisacquino (Antonio Inga; tecniche di produzione), dell’ipia di Sciacca (Alessandro Randazzo; diritto) e del magistrale King di Favara (Carmela Spoto; ecologia applicata).

Classico e scientifico ad Adrano. La prima commissione del Verga di Adrano, in provincia di Catania, sarà guidata da Maria Rita La Spina dell’istituto comprensivo Galilei di Piedimonte etneo. Insieme a lei nella commissione che riguarderà i cosiddetti corsi Bisfa ed Eisfa (indirizzo scientifico-tecnologico) i docenti di filosofia Lucia Barbarossa del classico di Caltagirone, di biologia Francesca Longhitano dell’itc Russo di Paternò e di matematica Grazia Ventura del magistrale De Sanctis di Paternò.

Se volete, peraltro, conoscere i membri di altre commissioni in provincia di Agrigento o anche in altre province siciliane (Catania, ecc. ecc.) o del resto d’Italia, non vi resta che chiedere. Intanto, un testo che avevo scritto mesi fa…

L’alberghiero di Cefalù. Dirige la prima commissione all’alberghiero di Cefalù (corsi A ed A tecnico dei servizi turistici) il presidente Marco Mantione del convitto Vittorio Emanuele II di piazza Sett’Angeli a Palermo. Membri di commissione sono i professori Claudia Maltese e Violante Valenti (economia e tecnica dell’azienda turistica all’alberghiero Paolo Borsellino di piazzetta Bellissima a Palermo e tecniche di comunicazione e relazione al magistrale di Caccamo). Dell’altra commissione vi riferirò prossimamente – e spero al più presto…

Un ipia in provincia di Messina. Nell’unica commissione dell’ipia di Barcellona – corsi A ed A1 – è presidentessa Nelli Maria Dixit Dominus dello scientifico di Capo d’Orlando. Con lei nella commissione di questo istituto professionale anche i professori Loredana Giuffrè  ed Antonino Pantè (matematica ed elettrotecnica all’ipia Faranda di Patti, sempre in provincia di Messina) e Giuseppe Maio (tecnico industriale Maiorana di Milazzo, anche in questo caso nel Messinese).

La terza età. Un appuntamento per le persone adulte desiderose di approfondimenti accademici e se siete interessati a scuola e cariche ed uffici pubblici ecco alcuni interventi della Cgil.

Lo Steri. Domani alle 16.30 nell’aula magna di Palazzo Steri, a Palermo, cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Ulite, la Libera universita’ della terza età. Il professor Giorgio Chinnici dell’università cittadina terrà una relazione – una prolusione – su bullismo e mafia.

Scuola – Sicilia. L’inaugurazione è stata resa nota dalla Cgil siciliana secondo la quale alle manifestazioni del 30 ottobre contro la riforma scolastica avrebbero protestato numerose persone (a Palermo, per l’organizzazione sindacale, centomila ed in Sicilia il doppio). Queste le altre stime del sindacato: ventimila a Catania, diecimila a Messina, seimila a Siracusa, diecimila a Trapani, cinquemila a Caltranissetta e 1.500 a Cefalù, in provincia di Palermo.

Scuola – Palermo. Per la Flc Cgil regionale cinquantamila in piazza a Palermo fra piazza Vittorio Veneto e via Libertà. Secondo la categoria non hanno aperto le scuole medie Alberico Gentili e Vittorio Emanuele Orlando, le direzioni didattiche Leonardo Da Vinci e Villabate 1, il liceo classico Vittorio Emanuele, gli istituti Buonarroti di Palermo, i comprensivi di Corleone e Trabia. Sciopero al novantanove per cento all’istituto comprensivo Principessa Elena, al novanta al Woytila, totale tra gli insegnanti della direzione didattica di Casteldaccia, al setttanta all’istituto nautico ed alla Virgilio di Palermo presenti solo in sedici su settanta docenti mentre incrociano le braccia il dirigente e tutto il personale tecnico-amministrativo. Non avrebbero lavorato ventotto insegnanti su trentaquattro del distretto didattico Capuana e sessanta su novantatre dell’elementare Garzilli con una protesta di trenta insegnanti su quaranta della direzione didattica Colozza.

Tripi e la Cgil siciliana su scuola e riforma pubblica amministrazione. «È stata approvata una legge che oltre a fare tornare indietro la scuola, creerà di fatto grandi difficoltà alle istituzioni scolastiche e alla loro autonomia». Questo il giudizio di Giusto Scozzaro, segretario generale della Flc Cgil siciliana sulla conversione in legge del decreto Gelmini. «Una risposta imponente – ha commentato il segretario regionale della Cgil, Italo Tripi – con una grande componente spontanea». La massima carica della Cgil regionale è anche intervenuto sulla riforma della pubblica amministrazione isolana. Dopo la bocciatura all’Ars della riforma degli assessorati, Tripi ha chiesto al presidente della Regione, Raffaele Lombardo, e alla giunta da lui presieduta se sia carta straccia o possa avere sviluppi il protocollo di riforma della pubblica amministrazione del sei agosto di governo regionale e sindacati. Si capisce anche – continua Tripi – «perché ancora non sia partito il confronto con i sindacati sulla riforma della pubblica amministrazione: evidentemente il presidente, conscio delle difficoltà del suo governo, non vuole impegnarsi su percorsi complessi che lo mettebbero di fronte ad altre possibili cadute» (il protocollo del 6 agosto scorso – aveva precedentemente reso noto la Cgil isolana – riguardava regionali, personale di enti collegati alla Regione e precari e prevedeva una tabella di marcia con analisi entro novembre dei bisogni e quindi una banca dati in rete).

Lavoratori nisseni ed ennesi. Dopo un sit-in davanti a Palazzo dei Normanni – che, lo ricordiamo è la sede dell’Ars, il parlamento regionale siciliano – protesta mercoledì scorso dei lavoratori con reddito minimo di inserimento delle province di Enna e Caltanissetta. Davanti all’assessorato regionale al Lavoro (via Imperatore Federico) hanno chiesto somme per terminare i progetti annuali.

Un browser europeoOpera – e Mozilla o i sistemi operativi di Linux ed Apple

www.neomedia.it

3 novembre ‘08 – aggiornato 21 giugno ‘10

Risparmio energetico (forse)?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: